INTESA SAN MARTINO – PROGETTI

Punto Parma-
Terres des Hommes

A maggio del 2018 Intesa San Martino firma il protocollo di intesa con la Fondazione Terre des Hommes Italia Onlus, dando vita al suo interno, nella sede di Via Venezia, al Punto Parma Terre des Hommes, il cui focus è incentrato sulla difesa dell’infanzia di genere a tuttotondo. Terre des Hommes, nato come movimento nel 1960, si occupa della tutela dei bambini mettendo al centro del suo operato tre assi principali: diritto all’istruzione, diritto alla salute dei bambini e tutela e protezione contro la violenza sui minori.

Spazio #InDifesa
Consultami

All’interno di un crescente contesto multiculturale – il Quartiere San Leonardo di Parma – caratterizzato da una elevata densità demografica e una altalenante cronaca nera, la presenza di realtà che lavorino quotidianamente al fianco di ogni cittadino e con l’intento di tutelare la famiglia e tutti i bambini, rappresenta un bisogno primario a cui crediamo di dover dare ampia attenzione e un grande risalto. Intesa San Martino attiva dal 2004 in città, sin dalla sua fondazione, ha scelto di spendersi attivamente al fianco dei principali temi sociali, affinché l’associazione fosse in grado, tramite la propria azione, di creare una struttura sul territorio capace di alleviare, sia pur in minima parte, i vuoti lasciati dal sistema pubblico e le molteplici criticità rilevate nel territorio.

Intesa San Martino in virtù della sua esperienza e presenza attiva sul territorio del quartiere si sente chiamata a dare il proprio contributo in un’ottica di collaborazione con gli altri soggetti pubblici e privati e gli stakeholder secondo il principio di sussidiarietà: nasce il progetto Spazio #InDifesa CONSULTAMI nell’intenzione di creare un punto di ascolto e supporto al servizio del territorio, delle famiglie e dei bambini presenti nella città di Parma. Sfruttando un’ampia rete di operatori volontari e il patrocinio delle maggiori sigle associazionistiche nazionali dei settori professionali interessati, si vuole fornire un servizio utile e gratuito da destinare a quella fetta di comunità priva di mezzi, impotente nella gestione di una parte di alcune importanti problematiche.

Biblioteca sociale Roberta Venturini (oggi divenuta autonoma)

Nel novembre 2018, l’associazione dà vita al progetto Biblioteca Sociale Roberta Venturini – in memoria della moglie del presidente emerito Pasquale Leone Galimi – con l’obiettivo dichiarato di dotare di un hub culturale il quartiere San Leonardo, salvando i tanti libri in disuso nelle famiglie della città e destinati al macero. Giunti nel maggio 2022, la Biblioteca è cresciuta è divenuta un soggetto giuridico a sé, costituendosi in associazione di promozione sociale ed ottenendo l’iscrizione al Registro Unico Nazionale del Terzo Settore.   

Attraverso conferenze, incontri, presentazioni di libri, letture animate e cicli di eventi mira a divenire un punto di riferimento culturale per l’intera comunità, in primis del quartiere.

Microcredito per il sociale Acli ed Ente Nazionale di Microcredito 

Diffondere la conoscenza degli strumenti di microfinanza e promuovere l’occupazione e la piccola imprenditoria, il riscatto sociale ed il lavoro autonomo. Questo è il progetto “Microcredito di comunità” promosso da Intesa San Martino in partnership con le Acli di Parma e l’Ente Nazionale del Microcredito.  Il piano intende creare, sul territorio di Parma, una rete di consulenti gratuita per la diffusione del microcredito e promuovere l’imprenditorialità e l’occupazione attraverso il sostegno di quei soggetti che normalmente, hanno difficoltà ad accedere al credito bancario tradizionale.

I finanziamenti rientranti nei progetti sostenuti dalla sportello, consistono in un prestito di limitato importo con obbligo di restituzione, concesso – dagli istituti di credito convenzionati – in assenza di particolari garanzie a soggetti svantaggiati o in difficoltà economica, mirato al finanziamento di microimprese, alla creazione di occupazione (autoimpiego), al sostegno socio-assistenziale nonché agli studi, supportato da peculiari azioni di accoglienza, ascolto e accompagnamento.